(foto Empoli Fc Official)


Mancano ancora sei giorni a Empoli-Venezia, partita chiave per il destino degli azzurri in ottica promozione. Eppure potrebbero già esserci notizie dal campo, stando a quanto si è visto nel derby: Szymon Zurkowski c’è, il polacco ha scacciato via le nubi ed è tornato decisivo; dall’altra parte invece c’è Samuele Ricci alla ricerca ancora della continuità. Chissà che non possa esserci un cambio proprio tra loro due in vita del Venezia.

Ricci è un potenziale campione, anche se alterna partite da Serie A con prove opache come nel derby. Succede quando oltre alla costruzione deve vedersela con la difesa, specie con avversari tenaci come il Pisa. Con Fabiano Parisi – anche lui in ombra nel derby, escluso l’assist – non ha dato la freschezza sperata e entrambi sono finiti nel tritacarne del gol di Birindelli. Chissà, magari un turno di riposo potrebbe servire pure per gestirlo.

Il gol del pareggio invece è una specie di cartina di tornasole per capire che Zurkowski può fare il titolare e essere un trascinatore come nel finale del 2019-20. Certo, la sua stagione è stata molto particolare a livello sanitario, ma mentalmente un gol bello e decisivo come quello di ieri può averlo sbloccato. Il Venezia è una squadra solida che potrebbe andare in difficoltà di fronte a un centrocampo di qualità: ecco perché il buon Zurko è sulla cresta dell’onda. C’è ancora tempo, ma gli indizi ci sono.