Salernitana-Empoli si avvicina. Gli azzurri hanno bisogno di vincere per rientrare in corsa per i playoff, devono farlo in una sfida dura su un campo ostico. Pasquale Marino, mister empolese, ha analizzato i temi del match in conferenza stampa.

Sulla settimana di lavoro degli azzurri: “La squadra si è allenata bene. Dobbiamo guardare avanti senza ripetere gli errori fatti finora. Non c’è più tempo per riparare. Le partite sono poche e bisogna fare il massimo per raggiungere un obiettivo. La squadra ha fatto abbastanza bene, c’è poco da pensare e solo da fare”.

Sul ‘playoff anticipato’ dell’Arechi: “Sappiamo il valore dell’avversario, non dobbiamo essere condizionati. Abbiamo qualità e esperienza, siamo abituati a fare certe partite. Dobbiamo pensare solo al campo, concentriamoci su quanto fatto in settimana e riportiamolo in partita per prenderci un risultato importante”.

Sul modulo: “Si valutano sempre le situazione, cambiarlo ora non è facile. Qualche espediente si può attuare, ma cambiare totalmente a poche giornate dalla fine non so se è fattibile”.

Sul percorso dell’Empoli: “Il nostro lavoro è fatto di risultati da ottenere. Se questa squadra è stata costruita per qualcosa di importante, non dobbiamo nasconderci dietro a nessun alibi. Il destino è nelle nostre mani. Dobbiamo dare tutto, anche se è chiaro che abbiamo perso qualcosa dopo la sosta. Inutile nascondersi dietro i numeri”.

Su La Mantia: “Ha avuto problemi fisici e per questo non ha potuto dimostrare il valore. Non ha i novanta minuti nelle gambe, sarà utile a partita in corso”.

Sul gruppo: “Ha recepito il messaggio, è interesse di tutti cercare di prendersi un’opportunità. Se sfruttiamo al massimo queste gare possiamo giocarci tutto ai playoff. Penso sia normale convincersi a far bene e ottenere risultati”.