(foto Empoli Fc)


L’Empoli torna a Roma pochi giorni dopo il risultato tennistico con la Lazio, ma stavolta esce con molto rammarico. Contro una delle squadre più forti del campionato, i ragazzi di Buscè non demeritano ma alla fine è la Roma a portare a casa i tre punti. La Primavera di De Rossi vince tre a uno grazie a un gran finale, nel quale trova il vantaggio e la chiude, proprio nel giro di pochissimi minuti. Poco da fare per gli azzurrini, autori di una prova gagliarda.

Nel primo tempo la Roma è un po’ spenta e l’Empoli difende alla grande, mantenendo lo zero a zero. A inizio ripresa però il patatrac del vantaggio romanista: al 58′ un autogol di Pratelli lancia i giallorossi. E però l’Empoli non ci sta e si getta col cuore alla ricerca del pari, con la voglia di allungare la striscia positiva dopo la vittoria con l’Ascoli. L’uno a uno lo firma Asllani con una gran conclusione su punizione al 67′.

Dicevamo del finale, un recupero rimasto indigesto. La Roma Primavera va all’assalto quasi all’arma bianca e trova il secondo gol quando il cronometro indica il 90′: da corner è Tripi a portare avanti i suoi. L’Empoli allora prova il tutto per tutto ma non riesce nell’impresa di pareggiare subito, si getta nella metà campo avversaria e al quarto di recupero subisce da Bamba la rete finale.