(foto Empoli Fc Official)


Tre partite e quattro gol, tutti di testa. L’Empoli è l’unica squadra della Serie B a non aver segnato ancora con altre parti del corpo ed è una statistica strana se si pensa al 2019-20. Considerando solo la Serie B – senza coppe, dunque – si nota che l’Empoli ha messo dentro solamente due gol di testa. Entrambi li ha segnati Mancuso, uno in casa nella vittoria col Perugia e uno in trasferta nel successo a Cittadella. In pratica l’Empoli di Dionisi ha già ‘doppiato’ il 2019-20 in quanto a capocciate…

Se invece si guarda tutta la scorsa stagione allora i gol di testa arrivano a quattro, perché vanno inclusi i match di Coppa Italia. Nelle vittorie con Reggina e Pescara erano stati prima Antonelli e poi Moreo a svettare di testa sul primo palo in occasione di due corner. Si tratta di due dei pochissimi gol da piazzato fatti dall’Empoli l’anno scorso: il discorso si allarga solo con rigori, punizioni, l’autogol di Pagliarulo e le reti (di piede) di Sierralta a Cremona e La Mantia a Livorno.

I due gol di Moreo, quello di La Mantia e quello di Romagnoli mostrano che l’Empoli ha anche una varietà importante di colpitori di tesa. Negli anni scorsi, in cui molte reti nascevano da azioni palla a terra, gli azzurri avevano perso l’abitudine alle incornate ma con Dionisi eccole tornare di moda. Il che è strano se si pensa che anche questo Empoli gioca molto con la palla a terra, ma può contare anche su piedi importanti per i cross (Terzic, Fiamozzi, Stulac). Tra l’altro da ben due anni l’Empoli se segna di testa vince, lo dicono le statistiche, quindi bene tenersi stretta la cabala.

QUI gli highlights.

Gianmarco Lotti