L’ultima volta è stata protagonista la nebbia, così come quasi un ventennio prima. In mezzo, tante delusioni e qualche vittoria piacevole, molti ex da entrambe le parti e una serie di sfortunati eventi. Venezia-Empoli è storicamente una partita pazza, lo dimostrano i precedenti. A livello di numeri sta meglio la squadra lagunare, che ha vinto 15 volte il confronto a fronte delle 9 empolesi, con 9 pari. Al Penzo si sono giocate 16 gare: 3 vittorie toscane, 2 pareggi e ben 11 successi del Venezia.

L’unico precedente in A è molto noto, anzi, tristemente noto. È uno dei due Venezia-Empoli rinviati per nebbia. Anno domini 1998-99, si gioca a gennaio e l’Empoli domina andando avanti di due gol. La rimonta del Venezia spacca le speranze di salvezza azzurre, finisce 3-2 e termina anche la stagione dell’Empoli. Un altro nebbione è quello dell’autunno 2020, quando l’ex di turno Dionisi viene battuto 2-0 dall’altro ex Zanetti in un campo dove non si vede nulla; l’arbitro stoppa tutto nella ripresa e fa ripartire la gara il giorno dopo.

Non si sole sconfitte vive l’Empoli al Penzo, anche se ha vinto veramente pochissime volte. Il primo successo è lo 0-1 targato Fracassetti del dicembre 1954 in C. Poi si passa alla C1 1989-90 e allo 0-2 firmato da Leone e Soda. Infine un altro 0-2 con doppietta di Mancuso nel 2019-20 dopo il lockdown (e con Dionisi sulla panchina veneta). L’ultimo pareggio è il 2-2 dell’ultima giornata del 2000-01 in Serie B, in cui segnò il portiere Brivio.