(foto empolichannel.it)


L’Inter ha vinto la Serie A, la Juventus ha vinto la Supercoppa Italiana e la Coppa Italia, l’Empoli ha vinto la Serie B. Nelle due serie maggiori del calcio italiano, queste tre squadre si sono spartite i trofei. Non hanno solo questo in comune, perché con la rottura tra l’Empoli e Dionisi ecco che viene fuori una curiosità interessante: tutte e tre le squadre che hanno vinto qualcosa hanno cambiato il tecnico.

Antonio Conte ha lasciato l’Inter dopo lo Scudetto, Andrea Pirlo è stato esonerato dalla Juve poco dopo aver vinto la Coppa Italia e Alessio Dionisi ha trionfato in Serie B ma ha scelto di proseguire la sua carriera altrove. Il caso è più unico che raro e non si hanno precedenti di questo tipo nel panorama italiano: finora non era mai successo che tutti assieme i tecnici ‘vincenti’ abbandonassero la squadra subito dopo aver alzato un trofeo.

Se si guarda solo il campionato, c’è un precedente piuttosto curioso nel 1985-86 che vede due squadre bianconere protagoniste. La Juventus di Trapattoni vince la Serie A, poi il Trap saluta tutti e va all’Inter dopo dieci anni in bianconero. L’Ascoli trionfa in Serie B con la coppia Sensibile-Boskov in panchina: Boskov se ne va alla Samp, mentre Sensibile resta per poche giornate in A in panchina al Del Duca. Insomma, quest’anno in Italia è stato difficile godersi le vittorie.

Gianmarco Lotti