L’Empoli accoglie allo Stadio Carlo Castellani una vera e propria bestia nera: il Brescia. Se al Rigamonti gli azzurri ogni tanto hanno preso i tre punti, come all’andata, in casa hanno sempre fatto fatica e l’ultimo successo è addirittura del 1999-2000. Era il 10 gennaio, penultima di andata, e i toscani vinsero 2-0 con reti di Cappellini su rigore e Saudati.

Per trovare un’altra vittoria empolese in casa bisogna risalire al 1997-1998 in Serie A, quando la squadra di Spalletti si impose per 3-1. Era il 5 aprile e si giocava la 28esima giornata, l’Empoli ottenne tre punti fondamentali per la salvezza: Esposito, Pane e Florijancic rimontarono il gol iniziale di Hubner. Poi più niente, almeno in campionato. In Coppa Italia c’è un precedente particolare, il 3-0 a tavolino di pochi mesi fa.

Empoli-Brescia è un match particolare perché i ricordi sono tanti: l’1-1 contro Baggio, che sbagliò un rigore ma si prese l’autogol di Ficini sulla respinta; l’1-1 beffardo all’esordio di Andreazzoli; un altro 1-1 più triste in semifinale playoff nell’anno del ritorno di Silvio Baldini, stessa stagione in cui Caracciolo strozzò l’urlo della vittoria in gola ai tifosi azzurri andando a prendersi un 2-2 all’ultimo secondo.

Contando anche la partita dell’ultima Coppa Italia – non si è giocato, ma è comunque una gara a referto – sono 38 in totale i precedenti tra Empoli e Brescia. Il bilancio è di 17 vittorie lombarde, 13 pareggi e 8 successi azzurri. Venendo alle 16 sfide al Castellani, sono 3 le vittorie azzurre (una a tavolino), 11 i pareggi e 4 i successi bresciani.

Gianmarco Lotti