(foto empolichannel.it)


Empoli-Chievo è ancora in bilico. Se il Chievo si presenterà al Castellani – eventualità più probabile col passare delle ore -, avrà vinto a tavolino. L’Empoli potrà fare ricorso e ha come precedenti importanti Lazio-Torino e Juventus-Napoli. C’è chi afferma che la Lega B funziona diversamente dalla Lega A, portando all’attenzione Salernitana-Reggiana, per cui è stato confermato il 3-0 a tavolino. Però lì è andata in maniera differente.

In Lazio-Torino e Juventus-Napoli sia il Toro che i partenopei hanno presentato ricorso e avviato un iter burocratico per rigiocare la partita. E infatti le due sfide di A si rigiocheranno. Salernitana-Reggiana invece ha fatto giurisprudenza in un altro modo: la Reggiana ha ottenuto di annullare i punti di penalità in caso di mancata presenza alla partita, ma ha comunque perso. Va detto, però, che i legali della Regia non presentarono ricorso per giocare la sfida.

In quel caso, come spiegò ai media l’avvocato degli emiliani Chiacchio, la Reggiana rinunciò al ricorso non avendo alcun documento dell’Asl prescrittivo del divieto della partenza per la Campania. Si ritenne soddisfatta dell’annullamento della penalizzazione e non sfruttò le 48 ore di tempo successive alla decisione del Giudice Sportivo per cambiare il 3-0.

Empoli-Chievo è – o meglio, potrebbe essere – un caso molto diverso, per questo non è molto logico paragonare i due casi (di cui uno, ricordiamolo, è ancora potenziale). L’Empoli è stato bloccato dall’Asl e ha avvertito per tempo la Lega B. Sempre Chiacchio, che peraltro assiste il Torino nel caso con la Lazio, ha fatto valere per i granata la tempestività della comunicazione alla Lega A dell’impossibilità di andare a Roma per quel match.

La matassa, come viene detto da giorni, è piuttosto intricata. Sono tutte supposizioni e bisogna aspettare decisioni ufficiali, ma è giusto anche chiarire che il caso Salernitana-Reggiana è quasi un unicum proprio per la mancata presentazione del ricorso. Chissà, magari può farlo anche l’Empoli, però per adesso è meglio smettere di ragionare per ipotesi e affidarsi alle scelte di club e federazione.

Gianmarco Lotti