(Foto Empoli F.C.)
(Foto Empoli F.C.)


Il centrocampista dell’Empoli, Rade Krunic, ha commentato il pareggio ottenuto dall’Empoli contro la Spal. Proprio il bosniaco è stato decisivo con il passaggio per Caputo e la rete del 2-1: “Sono contento dell’assist e del gol, ma non di non essere riusciti a vincere questa partita. Abbiamo giocato molto bene e potevamo chiuderla prima del secondo gol della Spal. Penso che siamo sulla strada giusta, col nuovo mister in tre partite siamo ancora imbattuti. Questo vuol dire qualcosa”.

Sul gol:Non ho pensato molto, ho calciato da lontano. E’ stato un gol molto simile a quello come contro la Lazio due anni fa. Sono contento di aver segnato in quel modo, è sicuramente un gol bello. Le critiche? E’ normale che ci siano, non sono arrabbiato. Devono stare calmi perché le mie prestazioni arriveranno”.

Cos’è successo quando la Spal è rimasta in dieci? “Ci siamo abbassati troppo dopo l’espulsione di Cionek. Dovevamo continuare a giocare. Nella fase di non possesso abbiamo fatto male, con un giocatore in più. Non siamo riusciti a fare possesso palla come si deve, purtroppo alla fine è andata male. La nostra partita è stata buona, ma siamo tutti dispiaciuti per non essere riusciti a vincere”.

Cosa ha detto Iachini al termine del match?Alla fine il mister ci ha fatto i complimenti. Non era facile giocare qua e un pareggio prima del match sarebbe stato comunque un ottimo risultato. La Spal aveva vinto partite importanti, alla fine Iachini ci ha detto di continuare così“.

Sul futuro personale? “Non si sa mai cosa può succedere, ma io adesso sono qua e devo pensare all’Empoli”.