Ivan Provedel (foto Empoli F.C.)
Ivan Provedel (foto Empoli F.C.)


Il portiere dell’Empoli, Ivan Provedel, ha commentato ai microfoni di Radio Lady il pareggio contro il Novara.

Protagonista nell’occasione del gol di Troest:Non l’ho rivista, ma ho ancora i segni sul braccio. Sul contrasto mi sono fermato perché potevamo farci veramente male. Per me è fallo, mi dispiace per come è andata. Volevo anticipare Troest, beccandomi una scarpetta in faccia per farlo. Prendiamo il punto raccolto e andiamo avanti“.

Un Empoli che sembra migliorare la fase difensiva:Penso che dietro stiamo facendo grossi miglioramenti, al di là delle troppe occasioni concesse contro il Frosinone. Oggi dietro non abbiamo mai rischiato, facendo un grande partita“.

Manca un po’ di concretezza a questo Empoli?E’ quello che ci sta chiedendo il mister. In fase di costruzione siamo bravi, è l’essere sporchi e cinici che ancora ci manca. Oggi abbiamo fatto qualche passo avanti. Ripartiamo da qui, provando a fare meglio nella prossima giornata. Dobbiamo crescere ancora da questo punto di vista, ma lo stiamo facendo. Oggi abbiamo fatto cose buone senza rischiare praticamente mai. Non ho mai ricevuto tiri pericoloso od occasioni a tu per tu”.

Come va letto questo punto? “Secondo me bene. Il Novara è in forma, arrivava dalla vittoria contro il Venezia. Siam venuti qua con lo spirito giusto. Ci serve un po’ più di concretezza, ma per come si era messa la gara il risultato è positivo. Tra le ultime trasferte questa era la più tosta”.

Un bilancio fino a questo momento?Tutti quanti stiamo facendo un percorso di crescita. Siamo stati un po’ altalenanti, ma dietro io e i miei compagni stiamo crescendo molto trovando ancora più intesa“.