(foto empoli fc)
(foto empoli fc)


I PRIMI giorni di mercato se ne sono andati via con molte voci e pochi fatti concreti. L’Empoli si sta muovendo sottotraccia alla ricerca di un elemento a centrocampo e di un profilo esperto in difesa, ma entrambe le trattative sono molto complicate. Mimmo Maietta ieri non era neanche in panchina col Bologna, sconfitto pesantemente a Torino. Il giocatore ha chiesto la cessione perché ha capito che la sua società non intende rinnovargli il contratto in scadenza a giugno ed è per questo che i dirigenti azzurri si stanno muovendo su di lui. Il problema è rappresentato dalla concorrenza ed in particolare dall’Hellas Verona, ancora a caccia di un centrale esperto. Maietta sta valutando il da farsi, ma la sensazione è che sarà lui a decidere e che l’Empoli, qualora gli scaligeri facessero sul serio, non parta certo avvantaggiato. Qualche speranza in più su Moussa Kone per il centrocampo, ma l’interesse ventilato l’altro ieri del Frosinone sembra concreto e quindi tocca trattare col Cesena, sempre più intenzionato a monetizzare dalla cessione di un giocatore il cui contratto scade a fine stagione. L’ivoriano non ha espresso particolari preferenze, mentre per quanto riguarda il club azzurro sembra lui il nome in cima alla lista. L’alternativa Rizzo convince poco, idem per il granata Gustafson che già in estate non era sembrato troppo entusiasta della soluzione Empoli. E poi ci sono le cessioni: Luperto e Seck sembrano in procinto di lasciare, ma anche in avanti potrebbero andar via sia Piu che Jakupovic, con Mchedlidze pronto a rientrare e uno tra Bonaiuto e Falco del Perugia (trattative entrambi molto difficili) sul taccuino dei dirigenti per rinforzare la batteria di trequartisti a disposizione di Andreazzoli. Sempre per la difesa, a sinistra, piace Masciangelo del Piacenza.

Fonte: La Nazione