pagelle


Le pagelle di Roma-Empoli a cura della redazione di Empolichannel.it:

DRAGOWSKI 6: Incolpevole sui due gol della Roma. El Shaarawy trova l’incrocio e Schick colpisce da un passo. Sicuro nelle uscite.

VESELI 6: Difende con attenzione, senza andare in affanno nonostante la velocità degli avversari.

SILVESTRE 6: Partita attenta in area di rigore, non viene quasi mai messo in difficoltà dalle giocate dei giallorossi.

DELL’ORCO 6: Come il resto del pacchetto arretrato si comporta bene in copertura. Uno degli acquisti più positivi del mercato invernale.

DI LORENZO 5,5: Tanta, tantissima corsa sulla destra. Manca un po’ di qualità alle sue giocate, sopratutto quando si trova a ripartire a centrocampo.

ACQUAH 5,5: Partita difficile per lui a centrocampo. Prova a fare a sportellate, ma ottiene soltanto un’ammonizione. – BRIGHI 6: Regala quantità al centrocampo, con l’Empoli che riesce a guadagnare qualche metro in mezzo al campo.

BENNACER 5,5: Qualche errore di misura in fase di impostazione che può costare davvero caro nel primo tempo. Cresce nella ripresa, mostrando più sicurezza.

KRUNIC 5,5: Tra i più esplosivi a centrocampo, ma non riesce a essere efficace negli ultimi metri quando avrebbe l’occasione di calciare verso la porta difesa da Olsen.

PASQUAL 5: Colpisce la traversa su punizione, ma a destra la Roma sfonda quando vuole con la velocità di Kluivert. Si perde completamente Shick in occasione del secondo gol dei giallorossi. – UCAN s.v.

CAPUTO 5,5: Partita di sacrificio per il bomber azzurro, costretto spesso ad allargarsi. Prova a scambiare con tutti i compagni in fase offensiva, ma senza fortuna.

FARIAS 6: Vivacissimo in fase offensiva, si fa vedere molto nei pressi dell’area di rigore della Roma. Fondamentale per le ripartenze ideate da Iachini. – OBERLIN s.v. 

ALL. IACHINI 5: L’Empoli non convince nel primo tempo e va a riposo in svantaggio nel risultato. I suoi tirano fuori la grinta nella ripresa, ma non basta contro la Roma. I gol avversari, sopratutto il raddoppio di Schick, arrivano per l’ennesima volta da una distrazione su calcio piazzato. I cambi nel finale non convincono.