Marcello Carli (foto Empolichannel.it)
Marcello Carli (foto Empolichannel.it)


Il direttore generale dell’Empoli, Marcello Carli, ha parlato del momento azzurro ai microfoni di Radio Lady. In diretta durante la trasmissione di ‘Incontro Azzurro‘ di giovedì 20 aprile il diggì dell’Empoli ha parlato dopo la vittoria nel derby contro la Fiorentina: “In questo lavoro la componente dell’emozione non può passare inosservata. Non sono d’accordo quando si dice che quello contro la Fiorentina un successo come un altro. Vincere a Firenze è un qualcosa di straordinario: i viola sono una squadra forte e difficilissima da battere per una realtà come la nostra. E’ stato un sabato fantastico“.

La lotta salvezza è viva:Non dobbiamo pensare che siamo già salvi dopo questa vittoria, sarebbe devastante in senso negativo. Ho sentito dire che abbiamo anche sofferto sabato, ma per l’Empoli è normale soffrire contro le grandi squadre. Anche quando l’Empoli vinse a Firenze con Spalletti lo fece soffrendo e con un contropiede all’ultimo secondo. Se ci salveremo all’ultima partita io sarò l’uomo più felice del mondo, se qualcuno non lo sarà è perché ha perso la dimensione“.

La squadra come ha reagito alla vittoria?La squadra si è sempre allenata bene, anche nei momenti più difficili. Martusciello sta crescendo insieme alla squadra. Nella parte più importante della stagione sta tirando fuori qualità che nemmeno io mi aspettavo. Ci sono giocatori importanti in questa squadra come Omar El Kaddouri, che stanno crescendo. Così come chi gioca meno. Ci sono tanti segnali importanti. L’energia in queste ultime partite andrà messa da parte di tutti. Se non passa il messaggio che per noi la salvezza è un qualcosa di fantastico siamo rovinati“.