Foto Empoli Ladies FBC pagina Facebook
Foto Empoli Ladies FBC pagina Facebook


Nella quarta giornata del girone di ritorno l´Empoli Ladies ospita l’Atalanta Mozzanica. All’andata le azzurre ebbero la meglio raggiugendo la prima vittoria in Serie A con gol di Acuti. Nel corso della stagione, il Mozzanica ha dimostrato di essere un’ottima squadra e si trova adesso nella zona alta della classifica. La sfida è difficile, ma non esistono partite semplici in questa Serie A e l´Empoli Ladies deve fare di tutto per conquistare punti.

La cronaca della partita

L´arbitro è Agostino De Santis (Campobasso), gli assistenti sono Marco Del Vigna e Matteo Marchetti (Pistoia). Empoli in maglia bianca, Mozzanica in divisa nerazzurra. Tra le fila dell´Empoli Ladies, il portiere Vicenzi sostituisce ancora una volta Baldi, sempre in fase di recupero dall´infortunio alla spalla. Sono di nuovo a disposizione Orsi e Morucci. Esperti è quasi pronta al rientro e parte dalla panchina: al suo posto, come a Vinovo, viene inserita Venturini. Il reparto d´attacco viene schierato in modo inedito, con Prugna e Acuti in appoggio alla punta Mastalli. Il modulo è sempre 4-3-2-1. Mister Pistolesi è ancora fuori per squalifica e viene sostituito da mister Mario Nicoli, allenatore della Primavera dell´Empoli Ladies. L´Atalanta si presenta con le proprie migliori calciatrici e il modulo 4-3-1-2, con Alborghetti in posizione di mediano, Stracchi e Ledri a centrocampo, Re trequartista in appoggio alle due punte Monterubbiano e Pirone. Anche la squadra ospite deve fare a meno del proprio allenatore, mister Elio Garavaglia, a causa di una squalifica: in panchina c´è il direttore sportivo Claudio Salviti. L´Atalanta inizia la gara con un pressing molto alto. Col passare dei minuti, però, è soprattutto l´Empoli a farsi sentire in attacco.

Le Ladies costruiscono buone trame offensive, tentano più volte la conclusione, con Mastalli, Orlandi, Cinotti e Prugna. Quest´ultima interpreta molto bene la gara: conquista tanti palloni, sfrutta molto bene gli spazi e mette tanta grinta in campo. In ogni caso, tutta l´Empoli Ladies esprime un buon calcio e riesce a dominare la seconda parte del primo tempo. Al 31´ Mastalli si trova sola davanti al portiere avversario: è una chiara occasione da gol, ma la conclusione è centrale e Thalmann conquista facilmente il pallone. Tra 34´ e 35´ l´Empoli batte due calci di punizione identici sulla fascia destra, alcuni metri fuori dall´area di rigore: c´è sempre Venturini sulla palla e nella seconda occasione la numero 4 azzurra sfiora il gol dalla distanza. Al 37´ l´Atalanta torna a farsi vedere nell´area dell´Empoli con una conclusione ravvicinata di Monterubbiano intercettata in scivolata da Di Guglielmo; la stessa sorte tocca al tiro di Alborghetti al 39´. Al 42´, quando il primo tempo sembra avviarsi al termine, viene fischiato un calcio di rigore per le ospiti: è la stessa Alborghetti a presentarsi sul dischetto e a mettere la palla in rete. I tifosi empolesi incoraggiano le proprie ragazze, che rientrano negli spogliatoi in svantaggio dopo una grande prestazione.

La ripresa è subito molto intensa: botta e risposta con il tiro di Mastalli al 48´ e quello di Monterubbiano al 49´. Al 53´ Borghesi prende il posto di Morucci, che ancora non può sostenere 90 minuti di gioco. Al 54´ Stracchi prova a portare la propria squadra sul raddoppio, senza successo. La nuova entrata Borghesi cerca di scuotere le azzurre: non bisogna mollare! Purtroppo, pochi minuti più tardi, Di Guglielmo rimane a terra dopo uno scontro con Pirone: tutti hanno visto un movimento anomalo del ginocchio e temono il peggio. Il capitano dell´Empoli esce fuori dal campo con le proprie gambe e la situazione sembra meno grave del previsto. Le azzurre rimangono temporaneamente in dieci e devono resistere all´attacco avversario, che si dimostra pericoloso con il tiro di Pirone al 61´. Di Guglielmo sembra addirittura essere in grado di giocare e rientra in campo per qualche minuto, ma poi si rende conto che è meglio chiedere il cambio: al 64´ entra Bargi al suo posto. Al 70´ e al 75´ Orlandi e Borghesi cercano il pareggio, ma la palla non vuole entrare. Al 76´ entra Orsi al posto di Mastalli. L´Empoli è sempre più offensiva e cerca in ogni modo di segnare, ma gli spazi sono tutti chiusi e a volte la manovra delle azzurre manca un po´ di lucidità. Al 88´ le Ladies guadagnano un calcio di rigore. Sul dischetto va Cinotti. La centrocampista azzurra calcia abbastanza bene, ma Thalmann intuisce la direzione del pallone, si lancia sulla sfera e la respinge. Al 90´ ci riprova Prugna, ma non c´è niente da fare. L’arbitro concede 4 minuti di recupero: c´è tempo per un altro calcio di rigore, il secondo in favore dell´Atalanta; va ancora Alborghetti sul pallone ed è 0 a 2.

In conclusione

In questa partita, le Ladies hanno superato i propri limiti, dimostrando una maturità e una padronanza del campo che mai si era vista nella stagione in corso, soprattutto se consideriamo che tutto questo è successo davanti ad una squadra che oggi occupa il quarto posto in classifica. La formazione di mister Pistolesi ha disputato una grande gara, in particolare nel primo tempo, quando le azzurre hanno giocato con convinzione, si sono inserite bene negli spazi, arrivando più volte davanti alla porta: purtroppo le Ladies non hanno saputo sfruttare quelle occasioni e hanno incassato un gol pesante subito prima dell´intervallo. Il secondo tempo è stato tutta una rincorsa, contro una squadra che si chiudeva nella propria metà campo e difendeva il risultato in ogni modo possibile. È vero che Cinotti ha avuto la possibilità di pareggiare i conti all´88´ su rigore, ma sarebbe sbagliato imputare alla centrocampista azzurra l´esito negativo della gara: le partite durano più di novanta minuti e si giocano in undici; tutti possono commettere errori, anche nei momenti decisivi. In ogni caso, il risultato non è l´unico dato negativo di questa partita. L´infortunio di Lucia Di Guglielmo non sembrava avere grave entità, invece le prime valutazioni mediche sul ginocchio dell´atleta parlano di molto probabile lesione al legamento crociato anteriore, conferma dell´entità dell’infortunio si avrà con gli esami diagnostici prrevisti nella giornata di lunedì. Davvero una brutta notizia per la calciatrice azzurra e per la squadra, che già alla terza giornata di andata aveva perso Fusini. Da tutta la famiglia Azzurra un grosso in bocca al lupo a Lucia con la speranza di riverderla presto in campo più forte di prima. L’Empoli Ladies si sta impegnando al massimo, tra tante sfortune e difficoltà, e non ha intenzione di mollare niente. Adesso le azzurre devono pensare soltanto alla trasferta di sabato prossimo a Roma.

Empoli Ladies: 1 Vicenzi, 3 Di Guglielmo (dal 64´ Bargi), 4 Venturini, 7 Prugna, 8 Orlandi, 10 Mastalli (dal 76´ Orsi), 17 Acuti, 19 Parrini, 23 Morucci (dal 53´ Borghesi), 25 Cinotti, 85 Filangeri A disposizione: 5 Esperti, 6 Caucci, 12 Bulleri, 20 Meropini Allenatore: Mario Nicoli

Atalanta Mozzanica: 31 Thalmann, 16 Rizza, 24 Rizzon, 5 Piacezzi, 21 Motta, 4 Stracchi, 8 Alborghetti, 3 Ledri, 19 Re (dal 71´ Scarpellini), 22 Monterubbiano (dal 67´ Mendes), 11 Pirone A disposizione: 95 Salvi, 14 Fusar Poli, 15 Baldi, 7 Pellegrinelli Allenatore: Claudio Salviti

Marcatori: Alborghetti (A) al 42´ (rigore) e al 90´ (rigore).