(foto Empoli F.C.)
(foto Empoli F.C.)


Il centravanti dell’Empoli, Alfredo Donnarumma, ha commentato ai microfoni di Radio Lady la vittoria contro il Cesena. Successo nato da una sua doppietta: “Siamo contenti sopratutto per la vittoria che mancava da tre partite. Il successo dà morale e consapevolezza nei propri mezzi. Fino agli ultimi cinque minuti ‘di follia’ avevamo fatto un’ottima partita. Con delle stupidaggini rischiamo di mettere tutto di nuovo in gioco, ma siamo contenti di come abbiamo giocato. Non capita sempre di fare cinque gol”.

Sul rigore: “Il rigorista sono io. Le altre volte non c’ero io in campo e quindi li aveva battuti Ciccio. Il gol l’ho dedicato a mio cugino, che è morto anni fa, con una maglietta. Provo a farlo tutti gli anni e l’ho voluto dedicare a lui”.

Sul match:Sopratutto nel secondo tempo siamo riusciti a mantenere sempre il controllo del match e a portare a casa i tre punti. Noi dobbiamo capire che siamo una squadra forte, ma con dei punti deboli. Su quei punti dobbiamo lavorare tutti i giorni per migliorare. Sapevamo che l’Empoli doveva fare un campionato importante dopo una rifondazione. La squadra è ripartita bene regalando entusiasmo alla piazza. Un po’ di pressione ci sta, fa parte del calcio. Siamo una società importante che vuole fare ancora meglio“.

Sul prossimo match:Il Frosinone è una delle squadre più forti del campionato. Vuol dire tanto per capire cosa vogliamo fare noi di questo campionato. L’inizio di stagione? Sono soddisfatto, io cerco di dare il massimo e fare gol. Si può fare sempre meglio e dare ancora di più”.