(foto empoli fc)
(foto empoli fc)


Il tecnico dell’Empoli, Aurelio Andreazzoli, ha commentato ai microfoni di Radio Lady la vittoria contro l’Ascoli maturata al Del Duca: “Questa è una vittoria veramente importante, sofferta fino all’ultimo secondo su un campo difficile. Loro hanno messo dentro tutto per provare a fare il risultato. Sotto l’aspetto tecnico non sono contento, perché non siamo riusciti a perseguire ciò che cerchiamo in campo. A volte abbiamo buttato via la sfera senza troppo costrutto e idee. Alcuni passaggi facili in profondità non sono stati puliti”.

Un Ascoli che ha provato a sporcare la partita: “Gli avversari ci hanno messo del loro, però noi potevamo fare di più. Sul 2-0 siamo tornati tranquilli come nelle ultime giornate. Il gol del 2-1 ha dato qualcosa in più a loro e ha tolto qualcosa a noi. Da questo punto in poi mi dichiaro soddisfatto, perché ho visto una squadra che non vuole mollare su un campo a noi non congeniale. E’ stata una battaglia, con molte punizioni e calci d’angolo che potevano essere il nostro tallone d’Achille. Invece abbiamo dimostrato di essere bravi”.

Una crescita evidente:La componente equilibrio che la squadra sta dimostrando nella fase difensiva ti permette di essere sempre presente al momento giusto nel posto giusto. Cerchiamo di essere pronti sulle seconde palle ed è normale che escano ammonizioni e punizioni in queste situazioni. Maietta è uno degli interpreti del reparto, è un ‘ragazzone’ molto interessante che sa costruire gioco e per me è importante“.

Sulle prossime sfide: “Il Cittadella è troppo lontano per parlarne adesso. Il Parma è un crocevia, come lo è stato oggi l’Ascoli e il Palermo venerdì scorso. Ora pensiamo al Parma e a ogni partita che avremo davanti”.